home - news - Donazioni sangue

" Il Signore supera sempre di una spanna ogni nostra aspettativa " . Ciao Padre Modesto.
Dopo tutte le sensazioni e le emozioni, raccolte  a caldo  dai Fedeli che hanno assistito alla Messa e pregato con Papa Francesco alla Foce, l' idea era quella di parlare, anche un pò forse per ringraziare,  coloro che per Professione o Missione, questa visita del Papa l' hanno voluta, organizzata, predisposta, garantita e protetta. Il pensiero voleva spaziare quindi dalle Autorità Ecclesiastiche  a quelle Statali, senza  trascurare il Volontariato e l' apparato Sanitario dislocato in forze per l' evento.
E come non pensare ai tanti che hanno lavorato nelle sale delle Unità di Coordinamento Interforze,  a chi "on the road" , vuoi in divisa, o in borghese, vuoi  dal mare o  dall' alto;  pronti comunque ad intervenire immediatamente,  in caso si fossero presentate criticità, per proteggere e servire . Avevo già stressato a tal uopo, a partire dalla serata di domenica , alcuni amici impegnati nei vari ranghi, per buttare su carta anche le opinioni di chi, questa importante giornata, l' ha vissuta da un altro punto di vista, cioè da quello "Militare". Senza ovviamente infrangere segreti, senza voler carpire informazioni qualsivoglia classificate... soltanto per  soddisfare quella curiosità legittima che mi si era istillata  sulle considerazioni degli addetti alla Sicurezza.
 
Ed è su questa traccia che avevo idea di mettermi al lavoro in questa sera di fine maggio. Purtroppo però, accendo il PC e vengo travolto da una tristissima notizia, e sento il bisogno di condividerla,  subito.La morte di Padre Modesto Paris, il Frate Agostiniano scalzo, fondatore del Movimento Rangers , Presidente di Millemani. Impegnato da sempre sui vari livelli del Sociale, fianco a fianco dei giovani e dei deboli, mi lascia senza fiato. Conosciuto e amato ovunque, Padre Modesto, con la sua piacevole cadenza da montanaro del Trentino, riusciva ad organizzare manifestazioni,  trascinare ed emozionare le persone, a trasmettere la voglia di fare. Per il bene comune, per l' aggregazione, per il volontariato. Un uomo da pelle d' oca, e dalla stretta di mano forte. Ho avuto la fortuna di conoscerlo al mio ingresso in Fidas, circa una decina di anni fa, poichè ci invitava a Raccogliere Sangue alle Manifestazioni che organizzava. Ricordo i Vin Brule del Natale che sia Tale, le mele della Val di Non, ricordo i discorsi e la Messa e la Preghiera all' aperto a dicembre, con le caldarroste scoppiettanti, insieme ai tanti partecipanti.
 
Domani mattina andrò a salutarlo alla Madonnetta, dove alle 1130 si celebreranno i Funerali. Nei prossimi giorni usciranno  moltissimi articoli su di lui e su come ha affrontato la SLA, con l' amore per la vita, da vero e grande eroe. Sicuramente, anche chi non ha avuto la fortuna di conoscerlo e di partecipare ad i suoi eventi, ne sentirà parlare , gli vorrà bene e comprenderà la mia necessità a parlare di lui nella Nostra Comunità. Non so se posso, ma per trasmettere ulteriormente la sua grande  forza, vorrei chiudere con queste sue righe, tratte dal sito del Movimento Rangers, scritte, collegato al respiratore, dal letto d' ospedale quasi completamente paralizzato: "Svegliarsi di notte e sentire che qualcuno respira per te ti fa sentire più vivo che mai e ti fa pensare ai gazebo e ai tanti volti che condividono questo sogno,provando a ricordare tutti i volti con il loro nome, quella stretta di mano o quell' abbraccio silenzioso ma pieno di parole e di affetto. Ora che posso solo sognare ad occhi aperti e col cuore che batte capisco che la vita non è con i piedi per terra che ti obbligano a pensare solo quello che vedi. Perchè in questo modo ti perdi il bello della vita con la V maiuscola, pertanto ringrazio il Signore che mi ha regalato questa  SLA...vina".
Un caro Abbraccio, Padre Modesto.
 
Paolo Rinaldi
Consigliere e RAQ Fidas Genova
 
Fidas - Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue - Federata di Genova | Cod. Fisc. 80043430109 - All rights reserved